CIMA TOSA 3173 m.



IL GRANDIOSO CANALONE GHIACCIATO

INTRODUZIONE:
L’ALPINISTA, VIRGILIO NERI, DA SOLO, IL 21 LUGLIO 1929, SUPERA IL GRANDIOSO CANALONE GHIACCIATO CHE DALLA VETTA DELLA CIMA TOSA SCENDE DIRITTO E RIPIDO A NORD, SEPARANDO IL MASSICCIO DELLA TOSA DA QUELLO DEL CROZZON E SFOCIANDO A FORMARE LA VEDRETTA DEL CROZZON, CHE SI APRE A VENTAGLIO.
L’ ASCENSIONE SI PUO’ CONSIDERARE COME LA PIU’ BELLA, SU GHIACCIO O NEVE, NELLE DOLOMITI. ALL’ INIZIO DI STAGIONE IL SUO PERCORSO E’ DI SOLITO FACILE MA CI SONO PROBABILITA’ DI CADUTA DI NEVE DALLE CRESTE SOMMITALI. NELL’ ESTATE INOLTRATA SI TROVANO INVECE NORMALMENTE DUE GRANDI CREPACCE IL CUI SUPERAMENTO PUO’ PRESENTARE SERIE DIFFICOLTA’, E ZONE DI GHIACCIO VIVO.
L’INCLINAZIONE MEDIA E’ DI 45°; LA PENDENZA PERO’ VA SEMPRE ACCENTUANDOSI VERSO LA CIMA FINO A UN MASSIMO DI 55°. QUALCHE PERICOLO DI CADUTA SASSI.
ALTEZZA E’ DI CIRCA 900 M. - SVILUPPO C. 1200 M. - DIFFICOLTA’ AD.

ACCESSO:
DAL RIFUGIO BRENTEI 2182 M. SI SEGUE IL SENTIERO PER LA BOCCA DI BRENTA PER 5 MIN., FINO A UN GRANDE MASSO CHE SI TROVA A DESTRA NELL’ ERBA. DAL MASSO SI SCENDE VERSO SINISTRA ( TRACCE ) FIN SUL FONDO DELLA VAL BRENTA, POI SI RISALE SU BLOCCHI E DETRITI LA SPONDA OPPOSTA PER RAGGIUNGERE LA VEDRETTA DEL CROZZON, ALLO SBOCCO DEL CANALONE ( 1 ORA; QUI SI PUO’ GIUNGERE CON LO STESSO TEMPO ATTRAVERSANDO LA VAL BRENTA COL SENT. MARTINAZZI E COSTEGGIANDO POI ALLA BASE TUTTA LA PARETE NOR-EST DEL CROZZON: PERCORSO PREFERIBILE SE E’ BUIO ).

DESCRIZIONE:
SI SALE IL CANALONE NEL CENTRO, FINO ALLA PRIMA GRANDE CREPACCIA.
SI AGGIRA NORM. A SINISTRA, VICINO ALLE ROCCE DELLA TOSA. PIU’ SOPRA, A CIRCA META’ CANALONE, SI TROVA LA SECONDA CREPACCIA, DI SOLITO MOLTO APERTA, OLTRE LA QUALE IL PENDIO SI FA PIU’ RIPIDO. SI CONTINUA NEL CENTRO DEL CANALONE. SUPERATA UNA DIRAMAZIONE, DOPO 150 M., SI ESCE DIRETTAMENTE ALLA VETTA ( ORE 4-5, ORE 5-6 ).

DISCESA:
LA VIA E’ DI FACILE ORITENTAMENTO. SCENDERE, SULLA CRESTA DI NEVE, DEL PIANORO SOMMITALE (OMETTI). GIUNTI AI PIEDI DELLA CONCA PIU’ BASSA, SULL’ORLO DEL SALTO ROCCIOSO, SI SCENDE A DESTRA LUNGO UNA STRETTA CENGIA (POSSIBILITA’ DI NEVE), CHE PORTA SOPRA AL CAMINO.
SI SCENDE PER QUESTO, ( POSSIBILITA’ DI CORDA DOPPIA), PER GIUNGERE AL SENTIERO n° 77a CHE PORTA AL RIFUGIO PEDROTTI. ORE: 1.30 - 2 DALLA CIMA.

LINK:
.

VERSIONE STAMPABILE DELLA PAGINA