MONTE GRAPPA 1775 mt.

Logo: Pareti Verticali

PERCORSO ATTREZZATO CARLO GUZZELLA.
Salita paesaggisticamente notevole dalla Valle di San Liberale al territorio del Monte Grappa, fortemente conteso durante il primo conflitto mondiale 1917 1918.
Notevole flora alpina e meridionale.


  " Chi ha esperienza di montagna sa quanto sia importante avvistare da lontano la sagoma indistinta di un rifugio alpino, del rifugio programmato come "tappa" della propria escursione, significa provare la soddisfazione d'essere quasi arrivati, pregustare una bevanda dissetante , un piatto caldo, un bicchiere di vino e il riposo su un rustico letto d'alta quota, ma vuol dire anche anticipare in cuore il piacere dell'accoglienza, di un sorriso semplice che ti viene da chi conosce la fatica della salita, da chi sa che cosa significhi amare l'alpinismo"

Tratto da Guida
ai rifugi del Trentino
Azienda promozione Turistica del Trentino

 

 

 

Difficoltà: ferrata difficile.

 

 




Tempo di percorrenza: Salita: San Liberale Monte Grappa, circa ore 3,30 Discesa:ca ore 2,30 - Ferrata: ca ore 2,30.


 

 

Dislivello: Salita: ca 1100 mt. - Discesa: ca 110 mt. - Ferrata: ca 400 mt.






Punto di appoggio: Rif. Bassano 1745 mt.

 

Da San Liberale a ovest di una valletta laterale.
Dapprima si segue una strada forestale poi si sale rapidamente per un dorsale boscoso.
A quota 1000 si incrocia il sentiero n°102; dopo circa 2 h. si arriva all'attacco (circa 1220).
Il ben marcato sentiero traccia una linea rapida attraverso i frastagliati dirupi dei Napon.
Magnifica la veduta sulla conca valliva di San Liberale.
Le funi metalliche ancorate saldamente assicurano l'escursionista nell'ascesa agevolando nei passaggi più ardui.
E' rilevante procedere ordinatamente per non smuovere in maniera sconsiderata il terreno.
Circa a metà strada il percorso attrezzato incrocia la strada dorsale (1420 circa), che corre obliquamente lungo il versante est del monte Grappa.
Se si fosse sorpresi dal maltempo, qui si può interrompere facilmente il giro (15 min. al Pian della Bala).
La ferrata supera un gradone roccioso seguito da un ripido pendio erboso. Un breve ma scabroso camino costringe ad impegnarsi nuovamente, indi il sentiero si snoda su di un dorsale della cresta fino ai pascoli alpini di Prà Gallina (1600 circa).
Si raggiunge poi agevolmente il Rifugio Bassano (1745), 2 h. 

Discesa:
In direzione nord-est sul sentiero n° 151 attraverso la Malga Val Vecchia che conduce alla strada d'arroccamento a Pian della Bala.
Quindi si gira a destra su di un vecchio tracciato militare, marcato 151, si ridiscende nella Valle di San Liberale, 2.30 h.

Curiosità:
http://www.montegrappa.org/italiano/storia/battaglie.htm