MARMOLADA

CRESTA DEI MONZONI - RIZZONI 2647 mt.
SENTIERO ATTREZZATO BRUNO FEDERSPIEL

 

 

 


Difficoltà:
Poco difficile

 

 




Tempo di percorrenza: h 2,30 (h 3 senza usare la seggiovia) con la discesa in Val San Nicolò.
h 2,15 (h 3 senza usare la seggiovia) con ritorno al Passo S. Pellegrino.


 

Dislivello: mt. 1600. Val Monzoni - Rifugio vallaccia - Sella Costella - Cima Malinverno - Cima dei Rizzoni - Passo Le Selle - Forcella dell'Ort - Sella del Pieif - Val Monzoni.





Rifugio: rif. Passo delle Selle. Proprietà: privata. Località: Passo delle Selle - Displuvio Val San Pellegrino - Val dei Monzoni (Val di Fassa). Posti letto: n°. 16. Apertura: estiva Telefono: 0462 53088. Accesso principale: Dal Passso San Pellegrino ore 1.30 circa.

 

Itinerario per nulla faticoso, in ambiente aperto e panoramico; la traversata in Valle di San Nicolò può porre qualche problema logistico con le auto, ma è comunque meritevole per l'ambiente riposante; interessante la visita della prima parte della cresta delle Selle, sia per le opere di guerra, sia per i panorami spettacolari e "a fil di cielo", nonostante l'assoluta facilità e sicurezza della cresta (i pendii laterali sono sì ripidi, ma completamente erbosi). Consigliato.

Descrizione:
Dal rifugio, prendere il sentierino che percorre il filo di cresta, in ambiente aperto e con splendidi panorami circolari, e diretto all'attacco del Sentiero Attrezzato Bruno Federspiel . Ad un certo punto, poco sotto la cresta, si apre una bella caverna di guerra con un finestrone affacciato sulla Valle di San Pellegrino . Giunti all'altezza del piccolo Lago delle Selle , visibile in basso, una breve salita consente di raggiungere la vetta della Punta delle Selle ( h 0,20 dal passo), da cui è visibile tutta la prosecuzione della cresta con la Punta d'Allochet ( 2582 m ) ed il più scuro massiccio dei Rizzoni ( 2645 m ), su cui si svolge il sentiero attrezzato Federspiel (anche per questo sentiero le difficoltà dovrebbero essere contenute, per cui può essere una eventuale prosecuzione della gita).

 Discesa:
A questo punto, si discendono i ripidi prati del versante di San Pellegrino , giungendo velocemente e senza difficoltà ai prati della Campagnaccia , da dove procedendo verso sinistra si rintraccia il sentiero 604 già percorso in salita e si ritorna alla seggiovia ed al Passo di San Pellegrino ( h 0,40 fino alla seggiovia, h 1 fino al passo).