PALE DI SAN MARTINO

SENTIERO DEL DOTTOR:
PASSO DELL'ORA, 2330 mt. PASSO DI CANALI, 2469 mt. FORCELLA MIEL, 2520 mt.

Giro bello ma lungo attraverso 3 passi, in un bellissimo paesaggio.
Scorci panoramici sui dirupi occidentali e settentrionali del massiccio del Monte Agner.


  " Chi ha esperienza di montagna sa quanto sia importante avvistare da lontano la sagoma indistinta di un rifugio alpino, del rifugio programmato come "tappa" della propria escursione, significa provare la soddisfazione d'essere quasi arrivati, pregustare una bevanda dissetante , un piatto caldo, un bicchiere di vino e il riposo su un rustico letto d'alta quota, ma vuol dire anche anticipare in cuore il piacere dell'accoglienza, di un sorriso semplice che ti viene da chi conosce la fatica della salita, da chi sa che cosa significhi amare l'alpinismo"

Tratto da Guida
ai rifugi del Trentino
Azienda promozione Turistica del Trentino

 

 

 

Difficoltà: Ferrata medi difficile. Percorso molto solitario che altri percorsi nella zona delle Pale

 

 




Punto di partenza: Taibon Agordino, 618 mt. Valle San Lucano Col di Prà, 843 mt.


 

 

Dislivello: Salita: ca. 1700 mt. Discesa: ca. 1700 mt. Ferrata: ca. 700 mt.






Rifugio: Bivacco Dordei, 1370 mt.

 

Accesso:
Da Col di Prà, 843 mt., si segue il sentiero n°. 767 lungo il torrente fino al Bivacco Dordei, 1370 mt, nella Valle Di Angheraz.
Attraverso la stretta e ripida gola, segnavia, si raggiunge per passaggi attrezzati all'inizio dell'estate ripidi campi innevati il Passo dell'Orsa, 2330(attenzione pericolo di sassi!).
Si giunse al sentiero n°. 705 e 707 e attraverso il Passo Canali, 2469, mt. Si sale alla forcella di Miel, 2520 mt.

Discesa:
Sul sentiero n°. 705 si passa per una casera, 1866mt. E si arriva al Col del Fagher, 1658 mt.
Seguendo sempre il segnavia per la Casera del Piz, 1481 mt. Si ritorna al punto di partenza.