MONTI LESSINI – CIMA CAREGA 2259 mt.

SENTIERO ALPINISTICO CESARE BATTISTI O “ANGELO POJESI”

Le informazioni qui riportate hanno solo un fine illustrativo, non didattico. Se non sei un esperto, rivolgiti a una sezione di un Club alpino, a una guida alpina professionista, oppure a una scuola abilitata di alpinismo, scialpinismo, arrampicata o speleologia. Leggi le avvertenze.

 
MAGNIFICA ESCURSIONE CON SPLENDIDA VISTA VERSO LA VAL D 'ADIGE E SULLE PUNTE ROCCIOSE DELLE “PICCOLE DOLOMITI”.NELLA SCUOLA DI GIAZZA SI INSEGNA NOVAMENTE L'ANTICO DIALETTO TEDESCO (TEDESCO CIMBRO), PARLATO DAI CIMBRI INSEDIATESI QUI NEL XIII SECOLO. IL PICCOLO MUSEO LOCALE PERMETTE UNA VISUALE DELLA STORIA E DELLA VITA DEI CIMBRI.


  " Chi ha esperienza di montagna sa quanto sia importante avvistare da lontano la sagoma indistinta di un rifugio alpino, del rifugio programmato come "tappa" della propria escursione, significa provare la soddisfazione d'essere quasi arrivati, pregustare una bevanda dissetante , un piatto caldo, un bicchiere di vino e il riposo su un rustico letto d'alta quota, ma vuol dire anche anticipare in cuore il piacere dell'accoglienza, di un sorriso semplice che ti viene da chi conosce la fatica della salita, da chi sa che cosa significhi amare l'alpinismo"

Tratto da Guida
ai rifugi del Trentino
Azienda promozione Turistica del Trentino

 

 

 

 

 

Difficoltà: ferrata facile

 

 



Tempo di percorrenza: Salita: Rif. Alpino Revolto – Cima Carega ore 4,30-5. Discesa: Cima Carega – Rif. Scalorbi – Rif. Alpino Revolto circa 2 ore. Via ferrata: circa 2 ore.




Dislivello: Salita: ca. 1000 mt. - Discesa: ca. 1000 mt. - Via Ferrata ca. 400 mt.

 

 



Punto d'appoggio: Rif. Alpino Revolto 1355 mt. – Rif. Passo Pertica 1522 mt.
Rif. Fraccaroli 2238 mt. Regione:Trentino Alto Adige.  Comune:Ala (Tn)   ubicazione:Cima Carega  tel:0457-050033
Rif. Scalorbi 1767 mt. Regione:Veneto.  Comune:Selva di Progno(Vr)  ubicazione:Passo della Pelagatta  tel:045-7847029




Accesso:
Sull'autostrada Milano-Venezia prendere l'uscita di Soave e seguire le indicazioni che portano a risalire
la Val d'Ilasi. Si arriva da sud (Val d' Illasi) con la macchina superando Tregnago e Giazza e si giunge al Rif. Alpino Revolto 1355 mt. Da li si percorre la strada chiusa al traffico che porta al Rif. Passo Pertica 1522mt.


Descrizione:
Di fronte al Rif. un cartello segnaletico “Sentiero Alpinistico Angelo Pojesi” indica l'inizio della ferrata che conduce immediatamente nel fianco ovest della Cengia de Pertica 1743 mt.
In parte attrezzato il sentiero si snoda lungo cenge rocciose attraverso dirupi.
A nord della Cengia de Pertica si arriva ad una conca e per ripidi pendii mugosi si sale alla Costa Media, ca. 1850 mt.
Da questo bel punto panoramico con l'ausilio di corde metalliche aiutano a scendere in un canalone roccioso e per ripidi gradini rocciosi attrezzati si sale sulla cresta della Costa Media.
In un continuo sali e scendi, attraverso la Selletta Costa Media 2098 mt e la Cima Madonnina 2140 mt., si arriva alla Cima Carega 2259 mt. con il Rif. Fraccaroli 2238 mt.

Discesa:
Dal rifugio si può o seguire il sentiero n° 112 ed E5 e scendere al Rif. Scalorbi 1767 mt., oppure si può percorrere la “Via ferrata Campalani” sempre fino al Rif. Scalorbi 1767 mt. e, da lì tornare verso sud al punto di partenza per la strada attraverso il Passo Pertica.