PUNTA SIBELE 1870 mt

Le Sibèle: nome strano, d’antica origine e d’scuro significato; pur se piacerebbe interpretarlo nel senso di riconoscere che tutte le cime qui son belle. Ma questo lo è fra tutte e ad essa sola, un tempo avvilita quale anonima Forc. Della Scala per le boccette e canalini del breve fianco Ovest.

www.paretiverticali.it

VIA DIRETTA PER PARETE EST.

Superbo itinerario che, nella sua esemplare logicità, rivela l’intuito e le capacità dei primi salitori; si può tutt’oggi considerarl0 come uno dei più impegnativi delle Piccolo Dolomiti.

L’itinerario è stato tracciato da R: Carlesso e G. Soldà con Maria Luisa Orsini il 3 settembre 1933.

Dal PIAZZALE SUCAI all’attacco, situato immediatamente a destra del gran portale.

Per roccia franosa, e obliquando leggermente sulla destra.

Si Salgono circa 60 mt. superando tra l’altro, un canalino friabile e uno strapiombo di circa 3 mt. Si giunge così all’inizio d’un piccolissimo diedro che, dopo circa 10 mt., presenta un tetto di 2 mt.; superati diedro e tetto (ch.), si continua per la parete liscia (20 mt. 3 ch.) fino a raggiungere un terrazzino (ch.); questo punto era stato raggiunto, in un tentativo precedente dagli stessi Carlesso e Soldà con G. Balbi.

Si piega leggermente a destra, poi salendo diritti per circa 30mt. e quindi vincendo una piccola fessura (5 mt.) e uno strapiombo; si traversa a sinistra per qualche metro e poi si sale ancora per circa 30 mt. fin sotto un soffitto (ch.).

Una traversata a sinistra (15 mt.) porta al centro della parete, che si risale per alcune caratteristiche placche e una lunga fessura (chiodi), ben visibile dal basso e chiusa da uno strapiombo che si supera direttamente.

La fessura poi prosegue ancora fino a un nuovo e più marcato strapiombo che si deve sormontare direttamente (2ch.); obliquando a destra, per facili rocce si perviene in vetta.

www.paretiverticali.it