PUNTA DI MEZZODI’ 1858 mt.

Per la Parate NORD e lo spigolo NORD-EST

www.paretiverticali.it

Elegante e impegnativo itinerario che si svolge prevalentemente lungo l’ardito spigolo tra le pareti Nord e Est; conosciuto più semplicemente come “Spigolo Fox”.

La via è stata aperta da P. Fox, B. Robol e E. Manfrini estate 1934.

Dislivello: circa 300 mt.

Difficoltà: IV° - V°.

Si perviene all’attacco dalla rotabile Obra_Campogrosso risalendo i boschi e le ghiaie sulla destra del Vall. Di Pissavacca e quindi il ghiaione monta su un vasto gradone erboso che porta al terrazzo pure erboso dal quale lo spigolo prende avvio.

Si attacca per un piccolo diedro seguito da facili rocce (50mt.), le quali portano a una cenetta erbosa, che si percorre versi destra fin sotto una fra fessura-camino ben individuabile anche dal basso.

Vinto un nero gradone (IV°), si entra nella fessura (ch.) e la si segue per circa 12 mt. (V°-, ch.) dopodichè, obliquando leggermente a sinistra si raggiunge un cengione detritico che si percorre obliquando sulla desta spostandosi sulla parete Nord fin sotto un marcato grigio diedro.

Lo si risale internamente (20 mt. IV°) fino a pervenire su una cengia detritica.

Piegando lievemente a sinistra si sale per rocce nere e rotte (IV°). Con ciuffi d’erba, fin sotto la grande fascia superiore di strapiombi gialli.

Ci si porta allora sul filo dello spigolo e lo si risale fin sotto una piccola costola strapiombante (ch.).

Sfruttando appigli piuttosto minuti si piega a sinistra portandosi (V°-), che sopra lo strapiombo e ad una cengia ghiaiosa, dalla quale si rimonta sulla destar un piccolo diedro obliquo.

Seguono facili rocce che portano sulla cresta sommitale e i breve alla vetta.
www.paretiverticali.it