Gruppo del Civetta - PAN DI ZUCCHERO 2726 m

“ Spigolo Nord Est - via Renzo Videsott, Domenico Rudatis

www.paretiverticali.it

Premessa:
1° ascensione: Renzo Videsott, Domenico Rudatis 19/08/1928.
I PRIMI SALITORI BATTEZZARONO LA CIMA. IL PAN DI ZUCCHERO HA DUE CIME MOLTO VICINE, SEPARATE DA UNA FORCELLA.

Dislivello: 250 m., Sviluppo: 337 m.; Ttempo di salita: 4 ore. Roccia buona.

Accesso:

Si parte da Palafavera salendo con la seggiovia che porta al Col di Dof, si raggiunge poi la Malga Pioda; dalla malga si risale il versante est del Monte Coldai, in parte per mulattiera fino a raggiungere il rifugio Coldai da dove si può godere di un bel panorama sulla Val di Zoldo. Dal rifugio Coldai, si segue il sentiero Tivan fin sotto il ghiaione che porta alla base di un grande camino tra il Pan di Zucchero e la Torre da Lago.

Attacco: si trova sulla perpendicolare di una caverna (grotta).

Descrizione:
1° tiro: 50 m (3°, 4°, 4+°).
SI SALE ALLA GROTTA VISIBILE DAL BASSO. SALENDO PER PARETE QUASI SEMPRE BAGNATA. SI RAGGIUNGE LA SUDDETTA .
2° tiro: 35 m (3°, 3°+, 4°, 4°+ , 5°+).
TRAVERSA A SINISTRA FINO AD UN CHIODO, SI SUPERA UNO STRAPIOMBO (5°) CONTINUANDO IN VERTICALE IN DIEDRO, POVERO DI APPIGLI, FINO A PRENDERE UNA FESSURA-CAMINO: SI PASSA A SINISTRA DI DUE CARATTERISTICHE NICCHIE ,”GLI OCCHI” SI SUPERA POI UN PICCOLO STRAPIOMBO ARTICOLATO (4°+) E SI RAGGIUNGE UN BUON PUNTO DI SOSTA.
3° tiro: 35 m (3°, 4°).
SI CONTINUA VERTICALMENTE SU PARETE, EVITANDO CON BREVI SPOSTAMENTUI LATERALI, UNA SERIE DI STRAPIOMBI, COSTITUITI DA UNA CARATTERISTICA SUCCESSIONE DI NICCHIE SOVRAPPOSTE. PF BUONO.
4° tiro: 40 m ( 1°, 2°).
SI PROSEGUE LUNGO UN CANALE DETRITICO, SI SUèPERA UN FACILE SALTO E SI RAGGIUNGE IL FONDO DI UNA CARATTERISTICA GRANDE CAVERNA.
5° tiro: 25 m (4à+, 5°+, 3°).
DAL FONDO DELLA CAVERNA, DAPPRIMA SI SALE VERTICALMENTE 2 m SULLA PARETE DI SINISTRA (1 CH .) E POI SI TRAVERSA PER 10 m IN LEGGERA SALITA, LUNGO LA PARETE VISCIDA E BAGANATA; SFRUTTANDO PICCOLISSIMI APPOGGI (4°+, 5°), FINO A PORTARSI IN CORRISPONDENZA DEL BORDO ESTERNO DELLA VOLTA DELLA CAVERNA STESSA.
USCITI DALLA CAVERNA (4°+), SI PROSEGUE CON SALITA LEGGERMENTE OBLIQUA VERSO SINISTRA (3°) FINO AD UN BUON PUNTO DI SOSTA.
6° tiro:30 m (4°).
SI SALE SU PARETE QUASI VERTICALE, A SINISTRA DI UN’ALTRA GRANDE CAVERNA.
7° tiro:30 m (4°, 4°+,5°,3°,2°).
SI SALE OBLIQUANDO VERSO DESTRA, SEGUENDO UNA SERIE DI SOTTILISSIME FESSURE (1° m; 4°, 4°+) (10 m, 5°), FINO A 2 CHIODI CON CORDINI, INFISSI QUASI ALL’ESTREMITA’ DESTRA DEL BORDO INFERIORE DELLA GRANDE, CARATTERISTICA PLACCA MOLTO RIPIDA CHR, VISTA DA SOTTO, SEMBRA UNA CENGIA. SI SALE PER ALCUNI METRI, SI TRAVERSA A DESTRA ( 5m; 3°) E SI RAGGIUNGE LA BASE DI UN CAMINO, CHE SALE (5m; 3°) FINO A UN BUON POSTO DI FERMATA. ASSICURAZIONE SU SPUNTONE.
8° tiro: 35 m (3°).
SI SALE PER IL CAMINO E SI RAGGIUNGE LA FORCELLA COMPRESA TRA IL PAN DI ZUCCHERO E LA TORRE DA LAGO. SOSTA.
9° tiro:33 m (4°, UN PASSO DI 5°).
DALLA FORCELLA SI SALE FINO AD UN GRADONE (4°, 1 CH.). SI TRAVERSA 4 m VERSO DESTRA E SI PROSEGUE VERTICELMENTE LUNGO LA FESSURA CON STRAPIOMBO INIZIALE (5°).
SEGUENDO LA FESSURA CHE SI TRASFORMA IN STRETTO CAMINO (4°, FATICOSO), SI RAGGIUNGE SULA SINISTRA UN TERRAZZO. PF BUONO.
10° tiro:38 m (4°-, 3°).
SI RIENTRA NEL CAMINO E PER ESSO SI RAGGIUNGE LA FORCELLETTA TRA LE DUE CIME DEL PAN DI ZUCCHERO (INIZIALMENTE 4°-, POI 3°).
11° tiro:20 m (3°):
DALLA FORCELLETTA SI SALE DIRETTAMENTE, PER LA VERTICALE PARETE DI SINISTRA, ALLA CIMA ORIENTALE CHE E’ LA PIU’ ALTA.

Discesa:
Sviluppo 350 mt; la via di discesa coincide quasi completamente con la via di salita Videsott-Rudatis, Percorsa in senso inverso, con due corde da 40 mt., sono necessarie 10 calate di corda doppia per raggiungere la base.
1°) 20mt; dalla cima, in arrampicata libera, si scende alla forceletta tra le due cime del Pan di Zucchero.
2°) 7mt; si continua a scendere lungo il successivo canale sul versante Nord.Est (verso la Torre da Lago) fino ad un chiodo con cordini che si trova sulla sinistra.
3°) prima cd di 15 mt fino ad una cengia. 2mt a destra si trova alto chiodo di calata.
4°) seconda cd di 38 mt fino ad un terrazzino. 2mt a sinistra si trova il chiodo.
5°) terza cd di 13 mt fino alla forcella tra il Pan di Zucchero e la Torre da Lago. 1 m sotto la forcella chiodo.
6°) quarta cd di 38 mt. 4 m a destra 2 chiodi collegati da cordini.
7°) quinta cd di 25 mt. A sinistra e chiodi collegati da cordini.
8°) sesta cd di 38 mt, lungo il canale detritico della 4° LC. Altri 2 chiodi collegati con cordini.
9°) settima cd di 37 mt, fino ad arrivare all’ancoraggio sotto.
10°) ottava cd di 35 mt fino ad arrivare alla sosta con altri due chiodi collegati da cordini.
11°) nona cd di 20 mt fino alla sommità del diedro verticale di 7 mt della 2° lungh di corda. Cordini.
12°) decima cd di 38 mt fino alla base del Pan di Zucchero.
Per traccia discontinua di sentiero si scende il ghiaione fino al sentiero Tivan.
Seguendo il sentiero Tivan, in senso inverso, si raggiunge il rifugio Coldai. Un'ora dalla base del Pan di Zucchero.

www.paretiverticali.it