CIMA BOIS 2559 m.
Cima Bois: Un'altra classica via tracciata dagli scoiattoli di Cortina: S. Alverà_L. Menardi.

“PER IL VERTIGINOSO SPIGOLO SUD-EST”

www.paretiverticali.it

PREFAZIONE:
VIA APERTA DA: S.ALVERA’ E L. MENARDI IL 13 LUGLIO 1947.
CLASSICA ASCENSIONE CHE OGNI ANNO RICHIAMA MOLTI ALPINISTI, SIA PER LA BELLEZZA DELLA VIA PER LA SUA LOGICITA’, SIA PER LA QUALITA’ DELLA ROCCIA.
DISLIVELLO CIRCA 300 m. TEMPO DI SALITA: 4-6 ORE. DIFFICOLTA’ V°, PASSI DI V°+.

Dal libro:"Tra il silenzio delle pareti"

...ho riposato poche ore; meglio, sono rimasto sveglio per i molteplici problemi a vegliare la notte... Finalmente le prime luci dell'alba mi danno il permesso di svegliare Marco. Forte ragazzo Marco, allenato e temprato per eseguire al meglio molti sport ma,soprattutto per arrampicare lungo le pareti Dolomitiche. Questo anno è riuscito a trovare un equilibrio e sicurezza non comune. Dopo 30' di cammino lungo il sentiero che porta all'attacco decido di eseguire la variante diretta.

Con sgomento, amara sorpresa trovo un casco spezzato, uno zaino tutto slabbrato e un calzino. Sono furente: i materiali ritrovati mi cambiano umore e la giornata. Mestamente riferisco a Marco di andare all 'attacco originale: questa via lo testerà a primo di cordata. Per me l' incontro con gli ultimi resti freddi della morte hanno stravolto il mio ardore e non sono il solito sorridente Bepi...mi chiedo perchè non è stato portato via tutto.." Durante la salita siamo disturbati dal rumore dell 'elicottero di soccorso di Pieve del "118". Vedo durante l' ascensione, i voli di ricognizione prima alla base della cengia Martini (poi verro a sapere dello sfortunato incontro con uno stambecco impazzito e un' escursionista che per una foto e' stato caricato dall' animale riportando gravi conseguenze). Dopo 1/2 ora di silenzio l'elisoccorso sorvola la ferrata dell'Averau...Le montagne brulicano di escursionisti e bisogna stare molto attenti a tutto ...Marco con molta cautela ma senza timore supera l' ultimo passaggio chiave. Un sorriso mi accompagna nel superare tale passaggio perchè non vedo l' ora di complimentarlo e abbracciarlo in cima. L' allievo ha portato a termine i punti chiave della via come primo di cordata e un altro scoiattolo si è aggiunto fra queste belle cime.......di Giuseppe Frison.

ACCESSO:
PER LA STRADA DI FORCELLA BOIS, SALIRE DIRETTAMENTE PER GHIAIE E BARANCI, FINO AL CENTRO DEL NERO PARETONE INIZIALE; LEGGERMENTE A DESTRA DELLA VERTICALE CALATA DALLA CIMA. 35 MINUTI DAL PARCHEGGIO DELL’AUTO.

DESCRIZIONE:
1°) 2°) 3°) SI SALE OBLIQUAMENTE A SINISTRA PER CIRCA 100 METRI, FINO A RAGGIUNGERE UNA NICCHIA, ALLA BASE DI UN DIEDRO-CAMINO (UNICA POSSIBILITA’ SI SUPERARE LA FASCIA DI ROCCE GIALLE).
4°) 5°) DALLA NICCHIA (OMETTO) SI ESCE A DESTRA PER RIENTRARE NEL DIEDRO, CHE SI SEGUE PER CIRCA 80m (V°, PASSI DI V°+), SUPERANDO VARI STRAPIOMBI E TRATTI DI FESSURE
NERE.
6°) SI SEGUE ANCORA UNA FASCIA DI FESSURE FINO A RAGGIUNGERE UNA TERRAZZA (OMETTO).
7°) SI SALE OBLIQUANDO PER ROCCE NERE A DESTRA FIN SUL FILO DELLO SPIGOLO.
8°) 9°) SI SEGUE IL FILO DELLO SPIGOLO PER CIRCA 100 m. (IV°+, V°) CON ENTUSIASMANTE ARRAMPICATA VERTIGINOSA, SU ROCCIA SOLIDA, FINO AD UN OMETTO.
10°) SEGUENDO LA CONFIGURAZIONE DELLA ROCCIA, SPOSTARSI A SINISTRA FINO A UNA CENGIA.
11°) CON UN TIRO DI CORDA, SU PER PARETE NERA ( A CIRCA META’, UNO STRAPIOMBO), CHE PORTA A UNA GROTTA CHIUSA IN ALTO DA UN TETTO.
12°) SI ATTRAVERSA CIRCA 20 METRI A SINISTRA SU ROCCIA FRIABILISSIMA FINO A UNA FESSURA.
13°) SI SALE LUNGO LA FESSURA PER CIRCA 10-15 m., LA QUALE PORTA ALLA CIMA SOMMITALE.

DISCESA:
DALLA CIMA ALLA FORCELLA TERROSA CHE DIVIDE LA PIRAMIDE DA CIMA BOIS; POI SI SCENDE VERSO IL VALLONE, DAPPRIMA PER FACILI ROCCE E POI PER PENDIO ERBOSO, FINO AL SENTIERO CHE RICONDUCE ALLA STRADA DELLE DOLOMITI E QUINDI AL PARCHEGGIO.

LINKS: www.dolomiti.org. - www.dolomiti.it - www.dolomitibus.it
www.paretiverticali.it

Sito ufficiale del gruppo  "Scoiattoli"  di Cortina