SPIGOLO SUD-OVEST
Pilastro Tofana Di Rozes_copyright g.frison

II° PILASTRO DELLA TOFANA DI ROZES 2820 m.
Via: E. Costantini-L. Ghedina

www.paretiverticali.it

PREFAZIONE:
APERTA IL 13 SETTEMBRE DEL '46 E TERMINATA IL 29 /9 / 1946. È UNA SALITA IN LIBERA, RIPRESA DA POCHI ANNI E ORA MOLTO RIPETUTA.

SI TRATTA DI UN BELLISSIMO TRACCIATO, CON TRATTI DIFFICILI, SOPRATTUTTO NELLA PARTE CENTRALE. MOLTO ESPOSTA E PER CIMENTARSI SULLO SPIGOLO, CI VUOLE PREPARAZIONE.

NEL 1975 L' AARAMPICATA L'HO FATTA CON ANDREA SEGALIN. GIORNATA STUPENDA CON UN CIELO BLU COBALTO E IL CALORE DEL SOLE QUELLO GIUSTO CHE NON TI FA SUDARE.

ENTRAMBI ERAVAMO IN FORMA E ALLENATI. IN QUATTRO ORE SIAMO GIUNTI IN CIMA. SOLO ORA, COMPRENDO L'IMPORTANZA DI AVER ARRAMPICATO CON ANDREA, IL QUALE OLTRE AD ESSERE PREPARATO TRASMETTEVA IL SUO ENTUSIASMO CHE TI PORTARVA A FINIRE QUALSIASI ASCENSIONE IN TRANQUILLITA' E SICUREZZA. IN NOI NON C'E' STATA NESSUNA TITUBANZA NEL SAPER SUPERARE UN DIFFICILE PASSAGGIO.
ORA NON E' PIU' CON NOI; CI HA LASCIATO NEL 2001, CON IL SUO AMORE PER LA MONTAGNA. IL SUO SORRISO E LA SUA GIOIA. IL SUO RICORDO MI HA ACCOMPAGNATO RIPETENDO L'ASCENSIONE NELL'AGOSTO DEL 2003.

EGLI HA AMATO LA MONTAGNA, SOPRATTUTTO NEL NOME DELL'AMICIZIA, NEL RISPETTO E UMILTA' DI CHI CREDE SULLE CAPACITA' DEL PROPRIO COMPAGNO DI CORDATA.
Giuseppe Frison.

ACCESSO:
STESSO PERCORSO, PER GLI INTENERARI DEL I° SPIGOLO E DELLA VIA AL SECONDO PILASTRO; SI PROSEGUE SIN SOTTO LA VERTICALE DELLO SPIGOLO. L'ATTACCO INIZIA SU DEI GRADINI POSTI SOTTO UNA ZONA GRIGIO-GIALLA STRAPIOMBAMTE. 40-45 MINUTI CIRCA DAL RIFUGIO DIBONA.

2° spigolo Pilastro Tofana di Rozes_copyright g. frison

DESCRIZIONE:
Traversare salendo a dx, fino ad arrivare ad una lunga cengia e per fessurette di roccia grigia, dirigersi verso una macchia gialla ben visibile ancha dal basso.. EVITARLA A SINISTRA E SOSTARE ALLA BASE DI UN MARCATO DIEDRO GRIGIO, EVIDENTE DALLA BASE (50 m. 1°, 2°, 5°). SALIRE IL DIEDRO PER 40 METRI 5°-, POI USCIRE A DESTRA SU DEI GRADINI (20 m. DI 4°). SIAMO AL QUINTO TIRO DI CORDA; SI ATTRAVERSA ORIZZONTALMENTE A DESTRA 30 m. DI 4°. SI SALE LO SPIGOLO DI UNA PLACCA, OBLIQUARE A DESTRA FINO AD UNA COMODA TERRAZZA CON GRANDI ANELLI DI ROCCIA. SALIRE DIRETTAMENTE PER PLACCHE GRIGIE E FESSURINE, FINO AD UNA ZONA PIU' ARTICOLATA, SOTTO UN GRANDE TETTO GIALLO. 25 m. di 4°+ e 30 m. DI 5°. PORTARSI AL LIMITE SUPERIORE DELLA PLACCA GIALLA (20 m. di 4°). SI SALE DIRETTAMENTE SU ROCCIA GIALLA, FIN SOTTO AD UNA FASCIA DI TETTI, TRAVERSANDO A DESTRA FINO A DOVE SI PUO' SALIRE DIRETTAMENTE, RAGGIUNGENDO UNA GRANDE CENGIA, SOVRASTATA DA UN GRANDE TETTO (30 m. di 5°+ e 6°+°).

SI PROSEGUE LA 10a LUNGHEZZA DI CORDA (tiro chiave della via). A SINISTRA PER 15 m., POI SALIRE UN DIEDRINO-FESSURA PER ALTRI 10 m., QUINDI ANCORA A SINISTRA AGGIRANDO LO SPIGOLO. SOSTA ALLA BASE DI UN BEL DIEDRO (40 m. di 5°+ e 6°a+).

SI SALE IL DIEDRO PER 20 m., POI A SINISTRA AD UNA SOSTA, 25 m. di 5°+. SALIRE DIRETTAMENTE PER 70 m., PER SALTI E FESSURETTE FINO A TROVARSI SU COMODA CENCIA VICINO AD UN COLATOIO CHE INCIDE LO SPIGOLO DEL PILASTRO. SALIRE IL COLATOIO PER 35 m., FINO SOTTO UN SALTO STRAPIOMBANTE. SI SALE DIRETTAMENTE IL SALTO A SINISTRA PER POI PROSEGUIRE SULLA PARETE SINISTRA DEL COLATOIO (25 m. di 5°+ e 7°-).TRAVERSARE FACILMENTE A SINISTRA PER DELLE FESSURE E DEI GRADONI, SUPERARE IN RISALTO, RAGGIUNGENDO UN CANALONE DETRITICO (possibilità di neve). CONTINUARE, CERCANDO LA VIA MIGLIORE, FINO A RAGGIUNGERE LA SPALLA OVE ESCE LA COSTANTINI-APOLLONIO (30 m. di 3° con un passo di 4°+). SEGUENDO QUESTA, SI ARRIVA ALLA FORCELLA POCO SOTTO ALLA VETTA, E DA QUESTA INIZIA LA DISCESA.

DISCESA:
COME PER L'ITINERARIO DELLA DICESA DALLA VIA COSTANTINI-APOLLONIO.

www.paretiverticali.it

sito ufficiale Scoiattoli di Cortina